Canone Rai, Codacons contro Eni: “Addebiti sulle seconde case”

“L’Eni ha addebitato ingiustamente il canone Rai in bolletta anche alle utenze non residenti ovvero ai detentori di seconda casa” con il rischio che questi consumatori abbiamo pagato due volte la tassa sul possesso del televisore. “Dove sono finiti questi soldi?” A chiederselo è il Codacons che ha presentato contro l’azienda del Cane a sei zampe un esposto all’Autorità per l’Energia e alla procura.

Secondo quanto denunciato dal Codacons, la cifra sarebbe stata addebitata dall’azienda anche a diverse utenze di non residenti, quelle delle seconde case ad esempio, e per cui non era previsto l’aggravio in bolletta.

“Ci si domanda – attacca il Codacons – dove vadano i soldi in più che gli utenti alla richiesta della società elettrica indebitamente vengono pagati. Si sapeva che affidare la riscossione del canone a società private, sarebbe stato un’operazione mal gestita a danno dei consumatori”. Il Codacons chiede “un immediato intervento da parte dell’Authority per far cessare la richiesta indebite di pagamento del canone per le seconde case”.