Dichiarazione di successione e volture catastali: si fa tutto on line

Da lunedì 23 gennaio la dichiarazione di successione è diventata telematica (oltre che cartacea). Sul sito internet dell’Agenzia delle entrate è infatti disponibile il software di compilazione SuccessioniOnLine che permette di inviare la dichiarazione tramite il proprio pc comodamente e gratuitamente da casa.

Il contribuente che voglia sfruttare questa nuova possibilità, però, deve essere in possesso del codice Pin. Infatti, una volta compilato e salvato il file editabile (con i documenti richiesti allegati in formato PDF/A o TIFF), il modello è pronto per essere inviato tramite i servizi telematici dell’Agenzia, cui si accede grazie alle credenziali di accesso. In alternativa, il modello può essere presentato tramite un intermediario abilitato o un ufficio territoriale delle Entrate competente per la lavorazione.

ANCHE LA VOLTURA CATASTALE SI FA ON LINE

La novità porta con sé alcune importanti agevolazioni: innanzitutto la presentazione telematica vale anche come domanda di volture catastali e non sarà quindi più necessario rivolgersi agli Uffici provinciali-Territorio dell’Agenzia delle Entrate per perfezionare la pratica. L’applicativo consente infatti di rendere le dichiarazioni sostitutive di atto notorio mediante la compilazione di specifici quadri del modello, evitando di dover allegare ciascun documento.
Inoltre, il calcolo delle imposte in autoliquidazione (dovute per le formalità ipocatastali) è automatico ed è possibile versare il dovuto direttamente con addebito in conto corrente.
Infine, dato che ogni adempimento avverrà on line, gli uffici territoriali dell’Agenzia potranno visualizzare le dichiarazioni di successione inviate telematicamente da tutti i contribuenti, per cui sarà possibile richiedere copie conformi presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia. In ogni caso, la dichiarazione di successione presentata sarà disponibile sia nel cassetto fiscale del dichiarante, sia in quello di coeredi e chiamati.

PER TUTTO IL 2017 ANCORA VALIDO IL MODELLO CARTACEO

Fino al 31 dicembre 2017, comunque, vecchia (cartacea) e nuova (telematica) dichiarazione di successione coabiteranno, e sarà dunque possibile scegliere la modalità di presentazione che si preferisce. Si dovrà, però, continuare a utilizzare il vecchio modello cartaceo per le successioni aperte prima del 3 ottobre 2006 o per apportare modifiche o sostituire dichiarazioni già presentate con questo modello.
Dal 1° gennaio 2018 la dichiarazione di successione sarà solo telematica.