Energia, a gennaio stangata sul gas e per la luce arriva “Tutela simile”

A gennaio 2017, al via un’ulteriore riforma in vista del definitivo passaggio al mercato libero l’anno prossimo. Per la propria fornitura di energia elettrica, le famiglie e le piccole imprese ancora in maggior tutela potranno scegliere, in modo volontario, anche l’offerta di Tutela Simile, il nuovo meccanismo transitorio istituito dall’Autorità che permette di aderire, solo attraverso il sito web www.portaletutelasimile.it, ad un’offerta di mercato libero, ma con una struttura contrattuale omogenea indicata dal Regolatore, differenziata solo nel prezzo, pari a quello della maggior tutela scontato del bonus una tantum che i diversi operatori hanno proposto. Sono circa 30 le aziende ammesse alla Tutela Simile, che rispettano ‘ex ante’ i requisiti previsti, con uno sconto medio annuo proposto per i clienti domestici intorno ai 50 euro (per una possibile riduzione di circa il 10% della spesa annua, al lordo delle tasse, della famiglia tipo). Lo sconto medio per i non domestici invece è intorno a 80 euro. “Con la Tutela Simile, cioè ‘simile’ ad una fornitura del mercato libero, l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico (Aeegsi) vuole garantire ai consumatori in regime di maggior tutela l’opportunità di ‘sperimentare’ una forma di offerta più vicina a quelle del mercato libero, definendo uno strumento-ponte per accompagnare verso forme tipiche del mercato libero, l’unica modalità di fornitura possibile quando termineranno i regimi di tutela di prezzo.

Aumenti del 4,7% per la bolletta del gas

Intanto, l’Aeegsi ha annunciato anche i nuovi ritocchi per le tariffe di luce e gas a partire dal nuovo anno.  Nel primo trimestre del 2017 per la famiglia tipo (consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui) si registrerà un leggero incremento per la bolletta dell’elettricità, mentre sarà più marcato l’aggiustamento per la bolletta gas, su cui incide anche l’aumento delle quotazioni per il maggior consumo legato alla stagione invernale. Dal prossimo 1° gennaio per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registrerà un aumento dello 0,9%, mentre per il gas l’incremento sarà del 4,7%. Nel dettaglio, per l’elettricità la spesa (al lordo tasse) per la famiglia-tipo nell’anno “scorrevole” (compreso tra l’1 aprile 2016 e il 31 marzo 2017) sarà di 498 euro, con una variazione del -1,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1 aprile 2015 – 31 marzo 2016), corrispondente ad un risparmio di circa 8 euro. Per il gas la spesa della famiglia tipo nello stesso periodo sarà di circa 1.022 euro, comunque con una variazione del -6,5% rispetto all’anno scorrevole, corrispondente a un risparmio di 71 euro.